Viola di mare

CarloniAttrice, cantante, autrice teatrale, ha lavorato con molti protagonisti della scena teatrale contemporanea tra i quali Carlo Cecchi, Toni Servillo, Marco Baliani,  Elio De Capitani, Giampiero Solari. Lavora per la RAI in fiction e radiodrammi. Dalla sua personale ricerca sulla drammaturgia della voce sono nate le sue creazioni di teatro musicale. E’ co-fondatrice del Centro di specializzazione della voce: New Voice Studio Italia e insegna dal ’99 vocalità e tecniche di narrazione alla Scuola del Teatro Stabile delle Marche. A Macerata Racconta presenterà il suo spettacolo Viola di Mare, un monologo scritto e diretto dalla stessa Carloni, tratto dal famoso romanzo di Giacomo Pilati.

Carloni-violadimareLo spettacolo Viola di mare
L’originale riscrittura per il teatro di Viola di mare trasforma il romanzo del siciliano Giacomo Pilati “Minchia di re” in un intenso monologo, dove l’attrice, in abiti maschili, rivive l’incredibile storia di Pina, la donna che si traveste da uomo per amore. In un mondo incapace di accogliere la diversità Pina, per conquistare la sua libertà, sarà costretta a camuffare se stessa, a vivere ogni giorno come fosse una sfida. Il prezzo della sua ribellione sarà un irrimediabile esilio da sé e un incespicare dentro abiti estranei, che le si appiccicheranno addosso come una seconda pelle, spingendola anche in territori sconosciuti e imprevisti. In una sorta di epica contemporanea i quadri della vicenda delineano un percorso, non sempre progressivo, che è anche uno sprofondare dentro di sé e un fare i conti con la propria coscienza.
Lo stile asciutto ed essenziale dà al lavoro un’agilità e un’incisività che parlano ben oltre le parole.La metamorfosi di Pina si esprime nel corpo-voce dell’attrice, nella sua fisicità inquieta, nelle sfumature che ne raccolgono gli stati emotivi.