Salvatore Natoli

PL-NatoliGià docente di Logica e di Filosofia della Politica, attualmente insegna Filosofia Teoretica all’Università degli Studi Milano Bicocca. Natoli si distingue, nel panorama filosofico italiano e internazionale, per la sua indagine incessante sullo stare al mondo, in serrato dibattito e confronto con il Cristianesimo. I suoi libri sono diventati dei classici. Insieme a Don Luigi Ciotti ha scritto Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati, che affronta il tema della giustizia e dello scandaloso manifestarsi del suo contrario sotto molteplici forme, e che sarà l’oggetto del suo incontro a Macerata Racconta.

BeatitudiniLa parola «giustizia» ricorre sia nella quarta sia nell’ottava Beatitudine. Alla prima delle due, che si rivolge a «quelli che hanno fame e sete della giustizia», è dedicato questo libro. Su di essa riflettono e si confrontano Luigi Ciotti, da sempre impegnato nella lotta contro tutte le ingiustizie e per la difesa della legalità, e Salvatore Natoli, un filosofo laico sensibile ai temi religiosi e all’universalità del messaggio cristiano. Nei due saggi che compongono il volume gli autori sottolineano il valore non solo teologico e religioso, ma anche etico, civile e politico della giustizia annunciata e promessa nel Discorso della montagna. Dimostrano come nella società secolarizzata contemporanea – attraversata da una fenomenologia dell’ingiustizia che assume di volta in volta nomi e forme diverse (disuguaglianze sociali, povertà, schiavitù, violenza e guerra) – la parola evangelica conservi la sua concretezza umana e, anzi, la sua attualità e radicalità rivoluzionaria. Ci ricordano come il Vangelo esprima un’universale aspirazione degli uomini e li motivi a un’azione comune per la costruzione di un mondo più giusto.