24 marzo, 2013

Giancarlo De Cataldo

De cataldoNato a Taranto, vive a Roma. Attraverso i suoi romanzi e i suoi  personaggi dipinge con cura le contraddizioni di un paese. Tra i suoi lavori il più celebre è  sicuramente Romanzo criminale con il quale nel 2003 ha vinto diversi premi tra i quali il prestigioso Scerbanenco. Da Romanzo Criminale è stato tratto un film, diretto da Michele Placido, e una serie televisiva di enorme successo. Nel 2007  ha pubblicato, come autore,  Nelle mani giuste, un ideale seguito di Romanzo Criminale, che racconta dell’Italia degli anni 90, quella delle stragi del 93,  di Mani Pulite edella fine della prima repubblica. Successivamente scrive  Traditori, romanzo storico sul risorgimento italiano,  e cura la sceneggiatura del film Noi Credevamo di Mario Martone. Gli ultimi romanzi pubblicati sono: Io sono il Libanese e Int’allu Salento. Alcuni suoi racconti appaiono in antologie di gialli  insieme ad altri scrittori, come l’ultimo lavoro,  Cocaina, scritto insieme a Carlotto e Carofiglio. Oltre che scrittore è anche drammaturgo e sceneggiatore. Cura per la RAI il la serie tv “Crimini” ed è tra gli autori della fiction Paolo Borsellino. Sarà a Macerata Racconta il 5 maggio alle ore 21,00 presso la sala del  teatro Lauro Rossi.


cocainaTra narcos messicani, giovani geni della finanza laureati alla Bocconi ma al soldo della ‘ndrangheta, nuovi ricchi e balordi di periferia, poliziotti di strada e finanzieri, Giancarlo De Cataldo ci svela, in questo racconto rocambolesco che ha la misura del romanzo breve, una Milano livida, strangolata da un’economia fondata sulla droga e sull’illegalità.Giancarlo De Cataldo firma uno dei tre episodi che racconta la droga che piú a fondo ha segnato la società dagli anni Ottanta a oggi. La cocaina. Muove capitali immensi, costruisce imperi, distrugge, ricrea e plasma le coscienze. Rende tutti un po’ piú criminali. La cercano sia gli operai in fila all’alba in attesa di ingaggio nelle città del Nordest, sia l’insospettabile compagna o compagno della tua vita. In tempi di crisi, è generosa con chi sceglie di servirla. Ci segue come la nostra ombra, cosí evidente e normale che nessuno piú la vede. E allora serve la letteratura per renderla di nuovo visibile. Tre magnifiche storie che rimandano l’una all’altra, tre facce diverse e complementari dello stesso cristallo. Tre scrittori al meglio delle loro capacità, che ci divertono, turbano e costringono a riflettere.


 

 

Torna all’elenco degli incontri