Flavio Caroli

CaroliFlavio Caroli, spesso ospite alla trasmissione RAI Che tempo che fa, è uno tra i più affermati storici d’arte moderna e contemporanea italiani. Ordinario di Storia dell’Arte Moderna presso il Politecnico di Milano ha dedicato i suoi studi alla linea introspettiva dell’arte occidentale pubblicando molti saggi e tre opere di narrativa. Ha inoltre curato alcune tra le più importanti esposizioni artistiche svoltesi in Italia. A Macerata Racconta ci parlerà dell’arte come chiave di lettura del pensiero contemporaneo partendo dal suo ultimo libro Anime e Volti. L’arte dalla Psicologia alla Psicoanalisi (Mondadori Electa, 2014).

IL LIBRO
Copertina-Anime-e-VoltiAnime e Volti. L’arte dalla Psicologia alla Psicoanalisi è l’opera completa della maturità di Flavio Caroli che raccoglie gli studi più importanti, il lavoro e l’esperienza di oltre quarant’anni nell’ambito della storia dell’arte e del legame tra arte, fisiognomica e psicologia; rappresenta l’altra faccia della luna rispetto a La Storia Della Fisiognomica da Leonardo a Freud ed è perfettamente complementare ad esso. La Storia Della Fisiognomica si occupava del versante teorico della ricerca, in questo volume si entra invece nel vivo della creazione artistica. I due percorsi non potevano essere che strettamente intersecati e appunto totalmente complementari. L’opera comprende i testi più significativi che Caroli ha dedicato all’argomento, esplorando il lavoro degli artisti che più di altri hanno incarnato questa linea introspettiva: da Leonardo – con cui nasce l’arte moderna-, Lotto, Correggio, Sofonisba Anguissola, Fede Galizia, Caravaggio, Giuseppe Bazzani, su su fino agli interpreti del Gran Teatro del mondo settecentesco, a Gericault e all’Ottocento francese, ai protagonisti del Novecento e delle Avanguardie degli anni Ottanta. Il tentativo è quello di ricostruire il cammino parallelo degli studi della Psicologia da un lato e le riflessioni dei pittori sui moti dell’animo dall’altro, riflessioni che ebbero una influenza fondamentale sugli artisti nella costituzione appunto del rapporto fra l’Anima e il Volto e nella nascita della Psicologia moderna. Il libro include quindi i rapporti tra arte e psicologia fino ai giorni nostri. Si tratta di un cammino grandioso che segna la specificità non solo “del pensiero in figura” occidentale, ma dei contenuti di tutta la nostra civiltà rispetto alle altre grandi culture maturate su questo pianeta.