Eraldo Baldini

PL-BaldiniScrittore di origine romagnola, nel 1991 vince il Mystfest di Cattolica col racconto Re di Carnevale: è da lì che inizia la sua carriera di scrittore. Per la sua narrativa viene coniato il termine di «gotico rurale» perché Baldini è riuscito a trasportare un genere, tipicamente anglosassone e tipicamente cittadino, nei panorami familiari della campagna romagnola. Oggi è “una delle voci più interessanti della narrativa italiana”, come lo definisce Carlo Lucarelli. A Macerata Racconta presenterà il suo ultimo romanzo Nevicava Sangue dove a fare paura, è il mistero stesso dell’esistenza: la lotta ostinata per fronteggiare tragedie che, mentre spogliano di ogni dignità, accendono un sentimento di rivalsa.

Nevicava-SangueUn uomo, un ragazzo, un contadino d’Italia avanza a fatica nei mille orrori della guerra. Francesco non è solo. C’è Berto, il cavallo che non è suo. Si aiutano l’un l’altro, mentre il mondo finisce. Francesco impara che la vita può costare anche la morte dell’anima. Ma a qualcuno devi restare fedele. A una fiaba che ascoltavi accanto al fuoco. A un cavallo. A quella voglia improvvisa e potente di non essere più lo schiavo di nessuno. Ora Francesco sa perché lui e Berto devono vivere, e tornare nel luogo dove l’ingiustizia è nata.
Nel freddo implacabile di una terra da occupare, razziare, distruggere, dove la leggendaria strega Baba Jaga diventa lo spettro di ogni crudeltà, la Campagna napoleonica di Russia è per Francesco una discesa agli inferi, un incubo a cui cerca di sfuggire insieme a Berto, il cavallo da tiro che ha in custodia. Un impietoso viaggio nel luogo in cui ogni umanità è annientata: dal gelo, dalla fame, da un primordiale istinto di sopravvivenza.