24 marzo, 2013

Germana Fabiano

fabianoE` nata a Palermo nel febbraio del 1971, Nel 2009 un suo racconto vince il Premio Internazionale Colonna d’Eroma,nello stesso anno esce il suo romanzo d’esordio, Balarm, per la casa editrice Robin. Del 2010 è la raccolta di racconti La luna contro e del 2011 il romanzo In nome di Dio e per mano del diavolo. Recensioni dei suoi libri sono apparse su D di Repubblica, La Sicilia, Il Sole 24 Ore, La Repubblica, Gazzetta del Sud. L’ultimo suo lavoroe è la raccolta Racconti Bonsai uscito nel 2012.

 

 


 

in-nome-di-dio-per-mano-del-diavoloIl suo mestiere è uccidere, la sua vocazione è guarire, e dell’uno e dell’altra Laurent Deville fa un’arte, unico investito del potere di dare la morte e di quello di lenire il dolore.  Tenuto lontano da tutti e disprezzato come intoccabile, Laurent è diviso tra l’accettazione della propria sorte e il desiderio di sfuggirle, in una lotta tormentosa che ha come sfondo la fisicità, l’emotività e le credenze del tardo Medioevo. In uno scenario vivido e mutevole si intrecciano le storie di musicanti e contadini, artigiani e signori, mendicanti e prostitute partecipi di una comunità eterogenea da cui Laurent è escluso. Strumento di una folla che esulta davanti allo spettacolo della morte e brama la vita con tremenda intensità, il boia è lo specchio delle pulsioni più orrende del cuore degli uomini. È colui che nessuno vuole accanto a sé, e di cui nessuno vuole fare a meno. Dopo i successi di “Balarm” e “La luna contro”, la prova ormai matura di un’autrice che i lettori hanno imparato a riconoscere.


 

Torna all’elenco degli incontri