PAOLO TARSI

A PERFECT CUT IN THE VACUUM

o3 maggio | ore 23,00 | Terminal

“Dear Paolo I wish you all the best with your project”, Alan Wilder (Depeche Mode)
“Very interesting project”, John Illsley (Dire Straits)
“I like your music very much”, Klaus Röder (ex Kraftwerk)
Dear Paolo, I find what you are doing really interesting and full of resonances, both musical and otherwise”, Bob Klose (Pink Floyd)


A PERFECT CUT IN THE VACUUM

“A Perfect Cut in the Vacuum” è il titolo del nuovo album del musicista e produttore Paolo Tarsi uscito il 26 novembre 2018 per la sua label 無常 Anitya Records, in collaborazione con Acanto e Rebirth. Il disco vede la luce a poche settimane di distanza dal successo ottenuto con il singolo “Seven Nights Awake” (Switch Music Recordings, 2018), realizzato insieme al producer Francesco Novara, con cui ha scalato le classifiche iTunes svedesi fino a toccare la settima posizione (Top Songs Electronic). Ospiti di questo progetto musicisti di fama internazionale provenienti daiKraftwerk, Tuxedomoon, Tangerine Dream, King Crimson,Afterhours, sessionmen di Radiohead, Brian Eno, Frank Sinatra,Aretha Franklin, mentre l’artwork è a firma dell’autore della cover dell’ultimo album dei Pink Floyd. Le 21 tracce di questa nuova release  pulsano in un climax dove si susseguono, come in un immenso dance mix celeste, sonorità sempre più intense. Echi ambient si fondono con la Kosmische Musik e il progressive, passando attraverso l’elettronica techno con tinte kraut, fino a specchiarsi nell’irresistibile universo del synth pop.


PAOLO TARSI
E` autore di musica elettronica e cameristica, scrive per il teatro e la video-arte lavorando regolarmente con artisti visivi, dj, film-maker, gallerie e musei d’arte contemporanea. Specializzatosi nella composizione con il premio Oscar Luis Bacalov, collabora con musicisti provenienti dall’avanguardia colta, così come figure di primo piano della scena elettronica, jazz e rock (Esecutori di Metallo su Carta, Calibro 35, Litfiba, CCCP, CSI, Diaframma, Area Open Project). Sue composizioni sono state eseguite in luoghi di culto della musica contemporanea come lo Spectrum di New York e ha realizzato musiche per video-opere e installazioni presentate alla Herbert Art Gallery & Museum di Coventry (UK) e all’ultima edizione dell’Athens Digital Arts Festival. Nel 2018 pubblica il suo primo libro dal titolo “L’algebra delle lampade” edito da Ventura. Sempre nel 2018 esce il suo ultimo disco A perfect cut in the vacuum, che segue al singolo che ha scalato le classifice svedesi e nel quale sono molte le collaborazioni di artisti di grande prestigio.