CLAUDIO COLOTTI 

MICROPOLIS

28 aprile | ore 18,15 | Galleria Antichi Forni

intervengono ASMAE DACHAN, VALERIO CALZOLAIO

inaugurazione mostra e brindisi con i vini del consorzio Terroir Marche

orario apertura mostra: dal 28 aprile al 2 maggio ore 16,00 – 20,00 / dal 3 al 5 maggio ore 10,30 – 13,00 / 16,00 – 20,00


 

MICROPOLIS
 Un progetto fotografico di lungo respiro, un anno di lavoro, teso a documentare il mutamento del tessuto sociale che ha investito una città collocata sulla costa marchigiana: Civitanova. La crisi, i fenomeni migratori intra e internazionali e per ultimo il sisma del centro Italia ne hanno fatto la città più popolosa della Provincia di Macerata conferendole un respiro quasi metropolitano. In questo lavoro si è cercato di restituire alla città il suo volto cosmopolita, con tutte le sfumature dell’umanità che la abita: dai ragazzi della Generazione Z agli anziani passando per i migranti. Nessuna categoria sociale è stata tralasciata proprio per rendere questo saggio fotografico esaustivo e rigoroso. ….Le foto non servono a darci un quadro edulcorato e idilliaco della realtà. Conosciamo drammi familiari e individuali, sfruttamento di classe e di potere, tensioni conflitti tossicodipendenze oppressioni, alti e bassi che evolvono nell’esistenza di ogni singolo individuo umano ….. Visto che restiamo umani, è preferibile sapere che condividiamo comunque la vita con altri di “NOI”, su un pianeta giunto ai confini della sostenibilità. Con-viviamo. Co-evolviamo. Il potere di imporci su altri offre comunque un piacere vuoto, effimero… Esistiamo comunque accanto ad altri umani. Mettiamoci, dunque, il meglio che possiamo, offriamo a quanti più il meglio di noi, produciamo meno male possibile. Rispettando e facendo rispettare il sistema legale di diritti e doveri, adottando empatia quando incontriamo (sempre) fattori diversi da noi, valorizzando il povero o ricco apporto di chiunque si metta alla prova di una cittadinanza condivisa, cercando giustizia sociale. Mirando e rimirando le immagini in mostra di un curioso ecosistema, le nostre, il nostro.  (Valerio Calzolaio)


CLAUDIO COLOTTI
37 anni giornalista marchigiano. Appassionato da sempre di fotografia di documentazione e fotogiornalismo negli ultimi 6 anni si è dedicato con costanza e serietà alla street photography. Un impegno che ha portato ad esplorare gli ambienti urbani di moltissime città italiane ed europee, con particolare attenzione ai contesti dove si addensano fragilità e povertà. Affezionato alla fotografia come testimonianza predilige i progetti di medio e lungo termine con lo scopo di trarne delle pubblicazioni editoriali. “MAI+ Il sisma nel centro Italia tra volti e macerie” è il suo primo libro pubblicato con l’Associazione MarcheBestWay. Nel 2018 ha dato alle stampe “MicroPolis, la città di provincia la tempo del Melting Pot” uno studio fotografico sul mutamento sociale che negli ultimi anni ha investito le piccole città italiane.

 


 

MARCHEBESTWAY
È l’Associazione Culturale nata nel 2015 dall’impegno di creativi della comunicazione con l’obiet- tivo di creare un laboratorio d’idee per il territorio e realizzare progetti capaci di valorizzare i saperi umani, ma anche il nostro patrimonio culturale e storico. Abbiamo deciso di mettere in relazione tra loro imprese e artisti di ogni ambito, creare una comunity che possa contribu- ire alla creazione di eventi culturali, mostre, laboratori.