Jean Talon

sl-talon-jean

Membro dell’OpLePo (Opificio di Letteratura Potenziale) è autore, con Ermanno Cavazzoni, di “Vite grame dei pittori del Po”  andato in onda su Radio 3. Sempre con Cavazzoni dirige la collana di narrativa Compagnia Extra pubblicata da Quodlibet. È stato redattore della rivista «Il Semplice». Ha tradotto opere di Henri Michaux e Georges Perec. Nel suo ultimo libro, “Incontri coi selvaggi”, tratteggia in senso comico e ironico il fantasma dell’uomo selvaggio escluso dal reale attingendo informazioni dalle relazioni di viaggi in paesi remoti, dai diari e dai libri di etnografi, esploratori e antropologi, ottenendo come risultato un’opera che, come scrive Emanuele Trevi, “è uno di quei rarissimi libri contemporanei che giunti all’ultima pagina si vorrebbero più lunghi.”

«Giunto a Bologna, diceva Diawné che per strada si vedono ogni tanto uomini o donne che vanno in giro legati a un cane, e questa per lui era una novità assoluta». – J. T.

Dopo la scoperta dell’America nasce la figura del «selvaggio», che ha nutrito per secoli le utopie, le immaginazioni e il pensiero dell’Occidente. Qui si raccontano gli incontri più sorprendenti e realmente accaduti tra viaggiatori, esploratori o etnografi, e le popolazioni ancora selvagge o così giudicate, incontri sempre pieni di buffi reciproci fraintendimenti. Si va dalla tragica epoca della Conquista spagnola, alle aspirazioni avventurose del turismo moderno, quando il selvaggio finisce per recitare la sua parte a pagamento.