13 Giugno, 2021

2021-Nove

ALDO NOVE

FRANCO BATTIATO. UN ESSERE SPECIALE

3 luglio| 18:00 |ORTO DEI PENSATORI

in caso di maltempo l’evento sarà spostato al Cinema Italia
introduce Luigi Socci
evento realizzato in collaborazione con il festival “La punta della lingua” e la libreria “Catap”
ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

un grande scrittore racconta la parabola umana e creativa di un maestro immenso della musica contemporanea e non solo.


Info sicurezza e accesso all’incontro   Scarica Modulo da compilare e consegnare all’ingresso

La facoltà dello stupore: è questo il nucleo attorno al quale orbita l’intera esperienza artistica di Franco Battiato, la matrice che accomuna tutti i brani della sua vastissima produzione. La sua musica è un dono, un invito a smarrirsi per poi ritrovarsi; è un’esortazione a sperimentare continue incursioni in un altrove sconosciuto, negli infiniti «mondi lontanissimi» che possono aprirsi lungo il cammino delle nostre vite. Ed è proprio questo «senso di stupore inaudito» il sentimento dal quale prende le mosse Aldo Nove per ripercorrere la parabola umana e creativa del musicista siciliano e illuminare le incessanti peregrinazioni dello spirito che la alimentano. In queste pagine conosceremo un giovanissimo Battiato che a Riposto, in Sicilia, trascorre interi pomeriggi ad ascoltare i suoni della natura, con l’inquietudine di chi ha sempre voglia di andare via; anni dopo, a Roma, lo vedremo incassare il «le faremo sapere» dei discografici, per poi seguirlo a Milano, dove muoverà i primi passi nel mondo della musica e si imporrà all’attenzione del pubblico e della critica come una delle voci più originali del momento. Leggeremo di incontri sorprendenti, di turbamenti capaci di trasformarsi in musiche e parole, in suoni che sembrano provenire dal recesso dell’anima e hanno la forza di dilatare il tempo e lo spazio. Verremo condotti per mano nei meandri dell’opera di uno dei più grandi geni della musica contemporanea e saremo chiamati a cogliere i «frammenti dell’infinito» disseminati lungo un percorso musicale ed esistenziale di rara intensità. Infine, leggeremo le parole d’amore e di riconoscenza di un grande scrittore nei confronti di un uomo in grado come pochi altri di trascendere i confini, di guardare oltre le cose.


Aldo Nove: scrittore e poeta, ha curato per la Bompiani la collana “Inversi”
di poesia informale, dal 2006 è direttore della collana Neon delle edizioni Tea. Edoardo Sanguineti lo ha inserito nel suo “Atlante del Novecento Italiano”, ponendolo a chiusa del “secolo delle avanguardie” della letteratura italiana. Scrive per il teatro e il cinema e collabora a diversi quotidiani e settimanali. Esordisce nel 1996 con “Woobinda e altre storie senza lieto fine”. Tra i suoi ultimi libri “La vita oscena” e la raccolta di poesie “Addio mio Novecento”. Da sempre appassionato del mondo della canzone, ha curato rubriche musicali per diverse riviste del settore e ha
pubblicato, tra gli altri, la favola illustrata “Zero il robot”. Il suo ultimo libro è “Franco Battiato” nel quale ripercorre la parabola umana e creativa del musicista siciliano.