RICCARDO IACONA

MAI PIÙ EROI IN CORSIA

1 luglio| 21:15 |BPER FORUM – Piazza Vittorio Veneto

in caso di maltempo l’evento sarà spostato al Cinema Italia
introduce LOREDANA LIPPERINI
ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

la prenotazione potrà essere effettuata a partire dal 26 giugno alle ore 10 e resta valida fino a 15 minuti prima dell’orario di inizio. Dopo tale termine cessa di esistere e il posto torna in disponibilità per chi è in attesa

in un Paese che funziona bene l’eroismo dei singoli non basta. Non può bastare più. Iacona ci porta dentro l’inferno della pandemia dando voce ai protagonisti – i medici di base e negli ospedali, gli infermieri, i parenti delle vittime -, ma anche alle analisi degli esperti, di chi aveva avvisato dei rischi e non è stato ascoltato per tempo. 


Info sicurezza e accesso all’incontro

PRENOTA


Le cronache di questi mesi, dal 21 febbraio del 2020, quando improvvisamente con il paziente 1 di Codogno scopriamo di avere il Coronavirus in casa, si mescolano alle voci e alle testimonianze struggenti dei protagonisti – dei medici di base e negli ospedali, degli infermieri, dei parenti delle vittime -, ma anche alle analisi degli esperti, di chi aveva avvisato dei rischi e che non è stato ascoltato per tempo. Perché, in fondo, le domande che ci perseguitano da mesi sono queste: c’è una quota di morti, di lutto e di sofferenza aggiuntiva, che dipende strettamente dalle nostre responsabilità, da come ci siamo comportati e che ci saremmo potuti evitare? Come mai i servizi sanitari delle Regioni colpite hanno agito in modo così diverso? C’è qualcuno che ha fatto meglio degli altri, in Italia e nel mondo? Quello che ne viene fuori non è semplicemente un atto di accusa verso il nostro sistema sanitario o verso le Regioni che si sono fatte trovare impreparate, ma una riflessione attenta sulle fragilità strutturali e sulle indecisioni e le incurie della politica. Fare i conti con tutto quello che ha funzionato e tutto quello che è andato storto significa non necessariamente additare dei colpevoli, ma cercare soluzioni efficaci per il futuro. Perché ci potrebbe essere una seconda ondata e perché potremmo affrontare altre emergenze sanitarie. E perché in un Paese che funziona bene l’eroismo dei singoli non basta. Non può bastare più.


Riccardo Iacona: Giornalista d’inchiesta e conduttore televisivo di numerosi programmi di cui l’ultimo, “Presa Diretta”, va in onda su Rai 3. Nel corso della sua carriera ha fatto parte della squadra guidata da Michele Santoro e realizzato im portanti reportage che gli sono valsi prestigiosi riconoscimenti quali il Premio Ilaria Alpi e il Premio Flaiano. Nei suoi libri Iacona continua a indagare la contemporaneità, così come sul piccolo schermo, e a farci riflettere su diversi temi.